I migliori consigli per la vostra prima volta ad Amsterdam

Cose da vedere:

I Musei

Amsterdam ha più di 60 musei (la più grande concentrazione al mondo). I suoi grandi tre si concentrano nella grande distesa erbosa di Museumplein, Nel Vecchio quartiere Sud.  La calca di maestri Olandesi riempie le sale del Rijksmuseum, il fiore all’occhiello del paese. Il Van Gogh Museum ospita la più grande collezione al mondo di lavori dell’artista olandese, mentre il Stedelijk Museum presenta opere di arte moderna  (Monet, Matisse et al) insieme alle eccentriche installazioni contemporanee.Fermatevi a Nieuwmarkt al museo Het Rembrandthuis per ammirare l’impressionante collezione di incisioni del maestro. Dal 1639 al 1658, Rembrandt ha vissuto e lavorato in una casa che affaccia sul canale e che ora ospita il suo museo. Nell’anello Ovest del Canale, la storia prende vita nella casa di Anne Frank, dove la famiglia Frank si nascose dai Nazisti in una soffitta nascosta per più di due anni, e dove lei scrisse il suo diario immortale (in mostra in una bacheca di vetro). Alcuni altri importanti musei che coprono il periodo della Seconda Guerra Mondiale includono il  Nieuwmarkt’s Joods Historisch Museum (Museo della storia Ebraica) e il Verzetsmuseum (Il museo della resistenza Olandese) nel quartiere di Plantage.

La famiglia Reale:

Con vista su piazza Dam, dove la città è stata fondata, c’è il  Koninklijk Paleis (Palazzo Reale), la residenza ufficiale di re Willem-Alexander e la sua famiglia (anche se di solito risiedevano a Den Haag), e che organizza delle reglari visite guidate. Il più grande evento sul calendario di Amsterdam è il  Koningsdag (Il Giorno del re) il 27 Aprile. Se vi trovate in città durante questa data aspettatevi di essere trascinati nel gigantesco party da strada ricoperto di arance.

I Parchi

Il miglior modo per fuggire dalla città qui ad Amsterdam è di fettarsi nei 47 ettari del Vondelpark – un giardino in stile inglese con ponti, sentieri e sculture che comprendono anche Il Pesce di Picasso.
Altri Idilli urbani sono il De Pijp’s Sarphatipark e il Westerpark.

Dove Mangiare:

Provate il tradizionale cibo Olandese al  Bistro Bij Ons, La Falote o le kroketten vecchia scuola (crocchette) dello specialista Van Dobben; o qualche assaggio di contemporaneo al Greetje o Hemelse Modder.
Non lasciate la città senza aver provato il rijsttafel piccante (‘tavola di riso’; un banchetto Indonesiano di piccoli piatti); Tempo Doeloe fa uno dei migliori.

Dove andare a Bere:

Scoprite il modo in cui la  Heineken fatta in casa viene prodotta con la magica  Heineken Experience. L’Ammissione include birra e traghetto per il Heineken Brand Store.
Jenever (Il Gin Olandese)è decisamente must-try, specialmente in  tasting houses come Wynand Fockink.

Ovviamente non possono mancare i famosi ‘Coffeeshops’ (cannabis café) i più popolari sono Dampkring e Abraxas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *